Portogallo

In Portogallo, per alternanza si intende, come da Decreto legge n. 205/96, un’interazione tra le componenti di formazione teorica e di formazione pratica obbligatoria, che include una formazione in situazione di lavoro, distribuita in forma progressiva lungo tutto il processo formativo. Esistono, tuttavia, varie modalità di organizzazione dell’alternanza a seconda degli indirizzi di studio e dei livelli di sviluppo curricolare. Anche in Portogallo, si possono, tuttavia, individuare principalmente due tipologie di alternanza scuola/lavoro, ossia l’alternanza formativa, offerta dai Cursos tecnológicos (corsi tecnologici) e dai Cursos profissionais (corsi professionali), e l’alternanza lavorativa, che si sviluppa nell’ambito dei Cursos de aprendizagem.

Quadro Legislativo

  • Lei n. 46/86: Legge di base sul sistema educativo.
  • Decreto Lei n. 401/91: Decreto legge che regolamenta le attività di formazione professionale nell’ambito del sistema di istruzione e del mercato del lavoro.
  • Decreto Lei n. 70/93: Decreto legge che garantisce un quadro legislativo ai Cursos profissionais.
  • Decreto Lei n. 205/96: Decreto legge che istituisce ufficialmente la formazione in alternanza – Sistema de aprendizagem.
  • Decreto Lei n. 208/02: Decreto legge che riorganizza il Ministero dell’Educazione e che prevede la suddivisione delle responsabilità in materia di programmazione, organizzazione e coordinamento dell’ensino secundário tra le due seguenti autorità: Direzione generale per l’innovazione e lo sviluppo curricolare, per i corsi di istruzione di tipo generale e per i Cursos tecnológicos e la Direzione generale per la formazione professionale, per i Cursos profissionais.
  • Decreto Lei n. 74/04: Decreto legge che regolamenta e rinnova l’organizzazione curricolare e la gestione dei Cursos tecnológicos e dei Cursos profissionais.

Sintesi elaborata da EurydiceItalia